vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Montescheno appartiene a: Regione Piemonte - Provincia del Verbano Cusio Ossola

Permesso di Costruire (PdC)

Scheda del servizio

Descrizione
É l'atto amministrativo con cui l'autorità comunale consente lo svolgimento di attività comportanti trasformazioni urbanistiche ed edilizie nel rispetto della legge, degli strumenti di pianificazione urbanistica e dei regolamenti vigenti.

Chi
La richiesta dovrà essere presentata dal proprietario. Se il richiedente è persona diversa dal proprietario (usufruttario, locatario, promissario, acquirente, ecc.) è necessario presentare una dichiarazione del proprietario dell'immobile con firma non autenticata e con fotocopia del documento di identità del proprietario medesimo. Si rammenta che tali documenti possono essere inviati anche via fax. É interessato il proprietario che voglia eseguire interventi di progettazione urbanistica ed edilizia.

Quando Richiederlo
Sono soggette a Permesso di Costruire:
1) Le nuove costruzioni e le ricostruzioni;
2) Gli ampliamenti degli edifici esistenti e tutte quelle modifiche strutturali e non, che incidono sull'aspetto esteriore sotto il profilo volumetrico di edifici esistenti;
3) Le modifiche interne che abbiano rilevanza sostanziale con cambi di destinazione d'uso e/o variazioni di superficie lorda abitabile;
4) Le opere di urbanizzazione e di trasformazione urbanistica, cioè tali da comportare modificazioni del territorio comunale diverse da quelle edilizie, ma sempre riferite all'uso del territorio per opere edilizie o per servizi: costruzione di strade, attivazione di discariche di rifiuti, ecc.

Documenti da presentare
I moduli per redigere l'istanza di concessione con relativa relazione tecnica potranno essere reperiti presso l'Ufficio Tecnico.
Occorre presentare presso l' Edilizia Privata la seguente documentazione:
1) Istanza in bollo da 10,33 euro da parte del proprietario e n° __ copie della stessa in carta semplice firmate in originale;
2) Relazione tecnica sottoscritta da un tecnico abilitato all'esercizio della libera professione, n° __ copie della stessa in carta semplice, n° __ copie degli elaborati grafici in scala firmati dal progettista e dal richiedente, n° __ copie di documentazione fotografica a colori;
3) Bollettino del versamento di 51,65 euro sul c/c postale n°_____ intestato al Comune di _________ causale Permesso di Costruire (citando sulla spazio della causale di versamento la località e l'oggetto dell'intervento per cui si chiede la concessione);
4) Atto di proprietà

Tempi di Svolgimento
Ricevuta l'Istanza (Domanda), il Servizio avvia l'istruttoria richiedendo i pareri eventualmente necessari per il tipo di intervento da autorizzare alla Sopraintendenza ai Beni Architettonici, alla Sopraintendenza Archeologica e alla Regione Piemonte - Settore Beni Ambientali. Acquisito inoltre il parere igenico-sanitario al servizio di igene e sanità pubblica dell'ASL, la pratica viene quindi sottoposta all'esame della Commissione Edilizia Comunale.
Sulla base del parere favorevole di quest'utlima, l'Ufficio Tecnico procede alla determinazione degli oneri di urbanizzazione e dei costi di costruzione e richiede all'interessato l'ulteriore documentazione e rilascia l'Atto di Permesso di Costruire.
Rilascio della Permesso di Costruire n.__ giorni.>

Costi
1) Marca da bollo da 10,33 euro da apporre sulla Domanda;
2) Marca da bollo da 10,33 euro da apporre sulla Concessione;
3) Oneri di urbanizzazione e Costo di Costruzione: in relazione al tipo di intervento edilizio.
Pagamenti Oneri:
a) Oneri di urbanizzazione e Costo di Costruzione in un unica soluzione prima del rilascio della Concessione;
b) Oneri di urbanizzazione: in un unica soluzione prima del rilascio della Concessione;
Costo di Costruzione in n. __rate:
1° del __ % prima del Rilascio della Concessione
2° del __ % entro __ Mesi dalla data del Rilascio della Concessione
3° del __ % entro __ Mesi dalla data del Rilascio della Concessione
4) Diritti di Segreteria;

Validità
La Permesso di Costruire acquista efficacia dalla data di notificazione all'interessato e da quel momento i lavori devono partire entro un anno e devono essere terminati entro 3 anni dall'inizio degli stessi. Può essere concessa una proroga all'ultimazione dei lavori con motivato provvedimento per fatti estranei alla volontà del concessionario. Se i termini di inizio e ultimazione lavori non vengono rispettati il provvedimento concessorio decade.

Norme di Riferimento
D.P.R. n. 380/01;
Regolamento Edilizio Comunale;

Modulistica